Livelli di hcg dopo un aborto spontaneo

Gonadotropina corionica umana, o hCG, è un ormone fatto dalla placenta per aiutare a sostenere la crescita del feto durante la gravidanza. Durante la gravidanza normale, i livelli di hCG generalmente si raddoppiano circa ogni 48-72 ore e possono essere rilevati da una prova del sangue circa 3 settimane dall’ultimo periodo mestruale. Se una gravidanza termina in un aborto spontaneo, definito come perdita di gravidanza prima della 20a settimana, i livelli di hCG dovrebbero tornare al loro livello di pre-gravidanza, che in genere non è rilevabile.

Secondo il libro di Teitz della chimica clinica, il valore normale per il hCG nel sangue di una femmina non in gravidanza è inferiore a 5 milli-unità internazionali per millilitro o mIU / mL. Durante la gravidanza, la concentrazione di hCG aumenta normalmente a 25 mIU / mL entro il primo giorno di un periodo mestruale perduto, o circa 4 settimane dall’ultimo periodo mestruale della donna. Da 8 a 10 settimane in una gravidanza, la concentrazione di hCG nel sangue in genere supera circa 100.000 mIU / ml. Dopo di ciò, la concentrazione di hCG diminuisce in modo del tutto durante il secondo trimestre e poi si abbassa circa la 20a settimana fino alla nascita del bambino e alla consegna della placenta. Quando si verifica un aborto spontaneo, il livello di hCG nel sangue inizia a diminuire e può essere monitorato da un medico fino a quando non ritorna a livelli non gravidi.

La settimana della gravidanza durante la quale si verifica un aborto e il corrispondente livello di hCG nel sangue a quel tempo determinerà quanto tempo ci vogliono i livelli di hCG per tornare ai livelli pre-gravidanza. Un aborto spontaneo a 8-10 settimane, alla più alta concentrazione di hCG, prende il più lungo tempo per tornare alla normalità rispetto ad aborti spontanei in altre occasioni. Come è avvenuto l’aborto spontaneo, come l’aborto spontaneo o la procedura medica, può anche influenzare il grado di diminuzione dei livelli di hCG. In generale, i livelli di hCG ritornano al normale da 4 a 6 settimane dopo un aborto spontaneo, ma possono verificarsi prima durante le fasi iniziali della gravidanza.

Dopo un aborto spontaneo, i livelli di hCG a volte possono rimanere elevati. Questo può verificarsi perché non tutti i tessuti correlati alla gravidanza sono stati passati durante l’aborto spontaneo. Altre cause includono gravidanze che non si sviluppano normalmente, come ad esempio un ovulo colpito, quando la placenta si sviluppa, ma non un feto: una gravidanza ectopica, dove un uovo fertilizzato implanta fuori dall’utero o altri anomali problemi di sviluppo. Finché il tessuto placentare è ancora presente e può produrre hCG, il livello del sangue non tornerà alla normalità. Tale tessuto rimanente della gravidanza potrebbe essere necessario rimuovere chirurgicamente, utilizzando una procedura chirurgica nota come D & C o dilatazione e curettage.

I livelli di hCG possono anche rimanere elevati o addirittura aumentare dopo un apparente aborto spontaneo in un gruppo di malattie noti come gestazione trofoblastica. Questa malattia comporta una crescita anormale in un utero femminile che può variare da un tumore benigno a un cancro maligno come il cariocarcinoma. Questi tumori si sviluppano dalle cellule che normalmente formano la placenta quando una donna diventa in gravidanza. I livelli di hCG sono tipicamente superiori a quelli di una gravidanza normale della stessa durata e non scendono come previsto dopo un aborto spontaneo. Il fallimento dei livelli di hCG per tornare alla normalità dopo un aborto spontaneo dovrebbe richiedere ulteriori valutazione e test diagnostici.

Livelli hCG

HCG dopo il miscarro

Cause placentali di alta hCG

Quando i tumori causano l’alta hCG