Come rimanere incinta con i tubi legati

Se hai legato i tubi e ora vuoi avere un figlio, non sei solo. Secondo Info di gravidanza, fino al 25% delle donne cambiano le loro menti più tardi nella vita per avere più bambini. Ci sono buone notizie e cattive notizie sul concepimento dopo la legatura tubale. La buona notizia è che molte donne sono in grado di rimanere incinte. Le cattive notizie sono che queste donne affrontano tassi di successo molto inferiori rispetto alle donne che non hanno avuto i loro tubi legati. Attualmente ci sono due metodi per rimanere incinta con i tuoi tubi legati.

Prendi i tuoi tubi slegati. La legatura del tubale è un’operazione che può essere invertita per alcune donne. Durante questa procedura i tubi fallopiani vengono ricollegati, ristabilendo il percorso dalle ovaie all’utero. Ciò consente un traffico bidirezionale. L’uovo può entrare nell’utero e lo sperma può entrare nei tubi fallopiani per raggiungere l’uovo.

Capire i fattori che contribuiscono al fallimento dell’inversione. Se i rimanenti tubi fallopiani sani non sono abbastanza lunghi, potrebbero non essere riconnessi. Allo stesso modo, se i rimanenti tubi sono danneggiati o altrimenti danneggiati, il processo potrebbe non funzionare. Infine, il tessuto cicatriziale può bloccare completamente o parzialmente l’uovo e gli spermatozoi dalla riunione. Possono essere necessarie ulteriori procedure, come quelle che tentano di rimuovere il tessuto cicatriziale.

Si consideri la fecondazione in vitro. Se l’inversione di legatura tubale non può essere completata, o se non si desidera sottoporsi a quella operazione, è possibile tentare in-vitro. Durante questa serie di procedure, le uova (o le uova del donatore) vengono raccolte e fecondate con lo sperma del tuo partner o del donatore in un laboratorio. Gli embrioni fecondati vengono quindi inseriti nell’utero, escludendo la necessità di tubi fallopiani di lavoro.

Capire i punti deboli dell’in vitro. Il tasso di successo per la fecondazione in vitro è basso, solo a circa il 10 al 25 per cento, secondo Baby Med. La procedura è anche costosa e spesso non è coperta da un’assicurazione. Tuttavia, molte coppie hanno trovato successo con questa procedura. Continua a provare. Statisticamente, la maggior parte delle coppie non ha successo con in-vitro fino al terzo o al quarto tentativo.